A che punto siamo: hanno firmato la Dichiarazione di Intenti in 12!

Libero Comune Project

Sottoscrivi la Dichiarazione di intenti Entra

News e articoli

» Tutte le news e gli articoli

FAQ

Queste sono le risposte alle domande frequenti per chiarire gli obiettivi dell'associazione.

Se non trovi la risposta che ti interessa puoi scrivere all'admin dalla pagina contatti.

  1. Cos'è il Libero Comune Project ?

    E' una associazione ispirata dal Free State Project per fare qualcosa di simile in Italia

  2. Capito, ma cos'è il Free State Project?

    FSP e' un movimento nato negli USA per trasferire 20.000 libertari nello Stato del New Hampshire. In questo modo si vuole concentrare una massa critica sufficiente a influenzare la politica locale e tenere al minimo il potere statale

  3. Sì, ma qui siamo in Italia, cosa vuole fare il Libero Comune Project?

    Vogliamo trovare abbastanza persone che condividono idee antistataliste e che siano disposte a trasferire la propria residenza in uno specifico comune italiano fino a diventare maggioranza della popolazione.

  4. Ma cosa cambia? Tanto i comuni italiani hanno pochissima autonomia

    Hanno pochissima autonomia rispetto a quello che desideriamo ma non sono nemmeno del tutto impotenti. I comuni hanno un certa liberta' per quanto riguarda le deroghe sul commercio, le varie tasse comunali, l'ICI, le licenze da liberalizzare, i trasporti pubblici, l'urbanistica, etc... Cominceremo con una fase intermedia di liberalizzazioni con l'obiettivo di arrivare alla completa secessione quando le circostanze lo permetteranno.

  5. Bastardi, volete distruggere l'Italia!

    Emanciparsi da un gruppo di briganti che esercita il potere esecutivo in un dato territorio, cioe' lo Stato centrale, non equivale a rinunciare a essere italiani. Lo Stato non sono gli italiani e gli italiani non sono lo Stato

  6. Esattamente come funziona?

    Chi vuole partecipare sottoscrive una dichiarazione di intenti in cui esprime il proprio interesse. In questo modo assume un impegno morale a prendere residenza nel comune entro un certo numero di anni, a condizione di aver dato un voto positivo a quel comune e che il numero di partecipanti sia almeno pari al numero di abitanti. Per esempio: se arriviamo a 701 iscritti che hanno dato un voto positivo a Vinadio questo comune può diventare la meta prestabilita.

  7. Chi può partecipare?

    Tutti i cittadini italiani, o di un paese membro dell'Unione Europea, che si iscrivono alla anagrafe della popolazione residente nel comune possono votare alle elezioni locali. I cittadini di altri paesi dell'Unione devono anche compilare una apposita richiesta per votare.

  8. Quale comune italiano sarà la destinazione del movimento?

    Ogni persona che sottoscrive la dichiarazione d'intenti può votare i comuni elencati. Il vincitore sarà deciso dall'Associazione in base ai voti e all'andamento delle sottoscrizioni, sarà il comune che offre maggiori chance di riuscita.

  9. Ok, mettiamo che ci siano i numeri, cosa succedera'?

    Fin dai primi anni possiamo essere abbastanza numerosi e attivi da vincere le elezioni locali. La nostra sara' una politica di stampo liberale e mirata a favorire lo sviluppo di imprese locali. Dopo qualche anno, grazie allo sviluppo economico e all'arrivo di nuovi partecipanti, possiamo avere i numeri giusti per un referendum secessionista

  10. E se intanto ho cambiato idea?

    Non succede niente, nessuno verrà a cercarti a casa! Però per evitare perdite di tempo e per cortesia verso gli altri è bene che solo chi è sicuro di poter partecipare sottoscriva la dichiarazione d'intenti.

  11. Quanto tempo ci vorrà?

    E' un progetto a lungo termine. Circa un anno dalla creazione del sito web per decidere il comune, poi 8-10 anni al massimo per raggiungere il numero prestabilito di residenti, poi forse altri 10 anni per la secessione. E' possibile raggiungere questo obiettivo entro il 2030.

Associazione Libero Comune

Via Vitali, 27 - 29121 Piacenza (PC) Italia

Email: