A che punto siamo: hanno firmato la Dichiarazione di Intenti in 12!

Libero Comune Project

Sottoscrivi la Dichiarazione di intenti Entra

News e articoli

» Tutte le news e gli articoli

Veddasca

Preferenze

  • 1
  • Non so 3
  • No 0

Veddasca è un comune della provincia di Varese in Lombardia.

Altitudine: 896m s.l.m.;
Superficie: 16km²;
Abitanti: 277;
Densità: 17,31 ab./km²;
Sito: www.comune.veddasca.va.it

Frazioni: Armio, Biegno, Cadero, Graglio, Lozzo.

Comune di Veddasca

via della Pace 6 - 21010 Veddasca (VA) Italia

Comune di Veddasca
Panorama

Storia

L'odierno Comune di Veddasca eredita le strutture dell'antico Comune di Armio, un piccolo centro abitato di antica origine appartenente alla Pieve di Val Travaglia.

In età napoleonica, anno 1809, il Comune di Armio fu soppresso e aggregato al limitrofo Comune di Graglio, recuperando l'autonomia nel 1816, in seguito all'istituzione del Regno Lombardo-Veneto.

All'Unità d'Italia (1861) Armio contava 464 abitanti. Nel 1928 il comune fu fuso coi comuni di Biegno, Cadero con Graglio e Lozzo, formando il nuovo Comune di Veddasca. Il nuovo comune prese il nome dalla valle in cui è posto, la Val Veddasca.

È in discussione l'ipotesi di fusione tra il comune di Veddasca e i vicini comuni di Maccagno e Pino.

Il Territorio

La Val Veddasca occupa la parte più settentrionale della provincia di Varese e si presenta ancor oggi come una valle solitaria e selvaggia, dove notevoli sono le testimonianze della cultura rurale prealpina. Interamente solcata dal torrente Giona, che dal monte Tamaro scende verso il lago Maggiore.

Il versante alla destra orografica del torrente Giona presenta numerosi, piccoli paesi tenuti in vita dalla tortuosa strada che da Maccagno conduce a Indemini, in territorio Elvetico: Veddo, Garabiolo, Cadero, Graglio, Armio, Lozzo, Biegno.

Veddo, che ha dato il nome alla valle, e Garabiolo sono oggi frazioni del comune di Maccagno, mentre Cadero, Graglio, Armio (sede comunale), Lozzo e Biegno hanno dato vita al Comune di Veddasca.

Oltre alla rigogliosa vegetazione, altro elemento caratteristico della vallata sono le sue case, addossate le une alle altre e realizzate interamente in pietra. Di pietra sono le mura, di pietra i tetti, di pietra i portali e i davanzali delle finestre. Di pietra sono le fontane e i lavatoi, di pietra gli acciotolati e i sagrati delle chiese. Il legno è utilizzato unicamente nei balconi, scuri, quasi bruciati dal tempo e dal sole. Sono paesi che spesso sono rimasti isolati per le pessime vie di comunicazione e dove l'unica strada sicura e percorribile era rappresentata dalle antiche mulattiere.

Altre immagini

  • Panorama

Nessun commento è stato inserito, sii il primo a postarne uno!

Inserisci un commento

Associazione Libero Comune

Via Vitali, 27 - 29121 Piacenza (PC) Italia

Email: